03/07/2022
Creazione di siti web? È WordPress il CMS più scelto dagli utenti

Creazione di siti web? È WordPress il CMS più scelto dagli utenti

WordPress è il CMS più utilizzato dai siti web in tutto il mondo. Secondo i dati riportati dal W3Techs, la percentuale di utenti arriva al 42,9%.

Effettivamente, WordPress è un software che ha dalla sua numerosi vantaggi.

Per poterlo utilizzare, è necessario un servizio di hosting esterno, perciò tante aziende si sono adoperate per offrire un servizio vantaggioso di Hosting WordPress Italiano.

Oltre questo, WordPress è un open source gratuito e comodo da usare per svariate ragioni che verranno illustrate in questo articolo.

I vantaggi di WordPress per la creazione di siti web

Per ogni problema esiste un plugin

Uno degli aspetti più vantaggiosi di WordPress è la possibilità di usufruire dei plugin.

Si tratta di porzioni di codice, o più semplicemente di strumenti, che vengono installati sul software in pochi step e svolgono determinate funzioni.

Normalmente, la versione gratuita del plugin ha funzionalità più limitate rispetto a quella premium, ma si rivelano comunque altamente efficaci.

Ne esistono talmente tanti che addirittura esiste il detto “there’s a plugin for that” (esiste un plugin per questo).

WordPress è gratuito

Come si è detto all’inizio di questo articolo, non è necessario scegliere un piano di pagamento per utilizzare WordPress, cosa che invece accade con altri CMS.

Attenzione però a non confonderlo con WordPress.com!

Quest’ultimo infatti è un programma che ha una versione di WordPress pre-installata, ma per sbloccare le sue funzionalità è necessario sottoscrivere un abbonamento.

La versione self-hosted invece è open source e può essere installata gratuitamente. Le uniche spese riguarderanno:

  • il servizio di hosting esterno;
  • il costo del nome di dominio.

WordPress è adatto per la gestione di blog (soprattutto con il nuovo editor a blocchi)

In origine, WordPress nasceva per la gestione di blog, e tuttora molte aziende lo utilizzano per questo scopo.

Grazie all’editor a blocchi drag & drop (chiamato Gutenberg), scrivere gli articoli è diventato estremamente semplice.

La grande differenza tra Gutenberg e quello precedente (ora chiamato ‘editor classico’ o ‘editor TinyMCE’) è il nuovo approccio nei confronti della creazione dei contenuti.

Con Gutenberg, ogni elemento dell’articolo è un blocco, il che consente una facile manipolazione del contenuto. Paragrafi, immagini, pulsanti… ognuno di questi elementi rappresenta un blocco che può essere spostato e modificato.

Anche gli sviluppatori di terze parti possono crearne di personalizzati, ponendo fine al rapporto di WordPress con gli shortcode.

In che modo?

Supponiamo di voler incorporare un modulo di contatto. Invece di dover aggiungere uno shortcode (ad esempio `[your-form-shortcode]`) come si faceva in passato, ora si può semplicemente inserire il blocco del plugin del modulo.

Inoltre, è possibile utilizzare i blocchi per creare layout più complessi, come per esempio l’impostazione di un design a più colonne.

WordPress consente l’ottimizzazione SEO

Rimanendo in tema articoli e blog, WordPress ha dalla sua il vantaggio di implementare strumenti capaci di ottimizzare il posizionamento del sito nella SERP.

Attraverso programmi come Yoast SEO e Rank Math, gli utenti possono migliorare l’url, le parole chiave e altri elementi come:

  • il tag title: il titolo dell’articolo che appare sui motori di ricerca;
  • la meta descrizione: i caratteri visibili nella SERP che si trovano sotto il titolo.

Attraverso questi accorgimenti, gli utenti potranno migliorare non soltanto la qualità del contenuto, ma anche tutti quegli aspetti che influiscono sul posizionamento di un sito e che non possono essere in alcun modo sottovalutati.

Gli aggiornamenti sono facili da installare

WordPress può essere facilmente aggiornato in ogni sua parte: è possibile scaricare aggiornamenti per i temi, i widget e per il software stesso.

Negli scorsi giorni infatti, si è parlato di WordPress 6.0, per il quale le aspettative sono piuttosto alte.

Per molti versi, sembrerebbe realizzare gli obiettivi promessi dall’editor a blocchi Gutenberg.

Un esempio?

Fornendo finalmente un’interfaccia utente che semplifica la progettazione di pagine web e la modifica del testo, migliorando notevolmente la user experience durante la creazione di un sito web.

A questo proposito, ecco i commenti di un membro del team di progettazione di WordPress durante la registrazione di un podcast:

“Penso che alcune delle funzionalità rilasciate nella versione 6.0 siano assolutamente destinate a potenziare l’utente finale. Soprattutto in termini di miglioramenti degli strumenti di progettazione e di alcuni miglioramenti della qualità della vita.

Ad esempio, la selezione parziale su più blocchi. Questo è il tipo di cose che porta l’esperienza di scrittura nell’editor alla pari di come ci si aspetta che funzioni un’esperienza di editing di testo”.

WordPress 6.0 sarà disponibile a partire dal 24 maggio del 2022, quindi occorrerà attendere ancora pochi giorni prima di scoprire il responso della community.

Conclusioni

In questo articolo si è parlato dei vantaggi di WordPress. Programma gratuito e capace di soddisfare diverse esigenze, è il software scelto dalla maggior parte degli utenti.

Che si tratti di blog o business online, WordPress è ritenuto abbastanza versatile dalla sua numerosa community, grazie alla possibilità di installare un considerevole numero di plugin.