Come migliorare la calligrafia da adulti

Molti di noi non sono soddisfatti della propria grafia, alcuni addirittura non riescono neanche a rileggere quello che hanno scritto.

In passato la “bella scrittura” era considerata un’abilità molto importante che si insegnava fin da piccoli, poi, nel tempo, se ne è tralasciato l’insegnamento. In realtà migliorare la calligrafia, ovvero utilizzare movimenti più fluidi e armoniosi, non solo consente di affaticare di meno mano, polso e braccio (e di conseguenza anche la schiena), ma anche di facilitare diverse operazioni nel corso della nostra vita, come per esempio prendere appunti più velocemente, rendere esteticamente più belli una lettera o un biglietto, presentare in modo più piacevole testi di vario genere.

Da non dimenticare, inoltre, che dedicare del tempo a scrivere a mano rilassa, aumenta l’attenzione e la concentrazione e permette di memorizzare meglio e più velocemente rispetto a quando si digita su una tastiera. Ciò è per esempio molto utile per l’apprendimento e per lo studio, in quanto scrivendo a mano si mette in moto una memoria corporea data anche dal diretto contatto con la parola scritta che viene invece a mancare con la digitazione sui dispositivi elettronici.

Altro aspetto interessante, al di là di una dimensione scolastica, riguarda la scrittura manuale come espressione della propria personalità, in quanto la grafia di ognuno ha tratti unici ed è diversa da quella di chiunque altro.

È possibile migliorare la propria grafia da adulti?

Oggi a scuola si dà sempre meno importanza alla bella grafia, ma è sia possibile aiutare i bambini a scrivere meglio utilizzando esercizi e giochi creativi, sia migliorarla in età adulta.

Purtroppo con l’avvento del digitale scrivere a mano è diventata una pratica sempre meno impiegata, marginale, e usare una penna anche per scrivere la lista della spesa o prendere degli appunti a volte sembra qualcosa di insolito e poco pratico.

Negli ultimi anni, però, si è riacquistato un certo interesse per la scrittura a mano e sempre più persone si cimentano a migliorare la propria calligrafia e si appassionano a tutti quegli oggetti di cartoleria utili per facilitare una scrittura fluida e armoniosa.

Vi sono persone che hanno proprio la passione per quaderni, penne, inchiostri, e già iniziare a orizzontarsi tra gli strumenti per la scrittura e imparare ad apprezzarne le qualità e le differenze può costituire un primo approccio verso un miglioramento della propria scrittura.

Conoscere gli “attrezzi” di scrittura permette di capire quali sono a noi più congegnali. Per esempio, quando si vuol iniziare a migliorare la propria calligrafia, è meglio non andare né su penne a sfera né su penne stilografiche. Solitamente le penne a gel sono ottime per muovere i primi passi verso un miglioramento della grafia, in quanto rendono il movimento più semplice perché non è necessario far troppa pressione e inoltre consentono un tratto morbido e scorrevole.

Alcuni consigli per migliorare la propria calligrafia

Molto importante, quando si vuol migliorare la propria calligrafia, è far caso al modo in cui si impugna la penna. Molto spesso, infatti, la causa di una grafia disordinata è dovuta anche al modo in cui si tiene la penna tra le dita.

Così come indicano gli insegnamenti della grande Maria Montessori già per i bambini in età prescolare, impugnare la penna nel modo giusto è molto importante e imparare a farlo porta subito dei vantaggi. La presa corretta è quella “a pinza” della punta del pollice e dell’indice a circa 2 cm dalla punta della penna, mentre il medio sostiene la penna lateralmente. Le dita devono essere rilassate e allungate, non chiuse a pugno. Ciò consente un tratto scorrevole e sciolto e di non affaticare mano, polso e braccio.

Sarà poi bene esercitarsi quotidianamente (in pratica un vero e proprio corso di recupero di bella grafia!) scrivendo sempre in corsivo, cercando di rispettare spazi nella pagina, proporzioni nella larghezza e nell’altezza delle lettere e lasciando sempre la stessa distanza tra parole.

Altro elemento da tenere in considerazione è il giusto verso con cui vengono scritte le lettere: ogni lettera, infatti, deve essere legata all’altra da un tratto continuo e con movimenti da sinistra verso destra e dall’alto verso il basso (per chi è mancino, invece, i movimenti più naturali sono quelli in senso orario).

In molte città vengono organizzati corsi per imparare a scrivere bene a mano; in ogni caso, vi sono molti libri da poter acquistare per iniziare a migliorare la propria calligrafia e, in rete, materiale e risorse utili quali schede ed esercizi scaricabili gratuitamente, video e corsi di scrittura a mano online.

I commenti sono chiusi.