L’avviso dei cookie sui siti web: quando è davvero necessario inserirli

Negli ultimi anni, navigando sul web e aprendo i siti internet, ci si sarà sicuramente imbattuti in un particolare avviso cookie inerente all’accettazione dell’uso di questi ultimi per la raccolta dei dati: non accettare questo avviso, comporterebbe l’automatica interruzione della navigazione su quel determinato sito, per cui cliccare su “Ok” verrà spontaneo, seppur non si sappia bene a cosa ci si stia riferendo. In questo articolo, vogliamo approfondire il discorso dei cookie, e quando si reputa necessario inserire gli avvisi nei siti web.

Che cosa sono, e a cosa serve l’avviso cookie

Nell’ambito informatico, i cookie – seppur la traduzione sarebbe proprio “biscotti” – non hanno nulla a che vedere con il cibo: infatti, sono dei piccoli frammenti di testo contenti alcuni dati dell’utente: questi brevi testi vengono prodotti, e memorizzati, mentre l’utente sta visitando un determinato sito web.

Generalmente, i cookie servono anche per memorizzare i dati anche della navigazione stessa che si sta facendo, facilitando così un caricamento ottimizzato della pagina web in caso la si visiti per ulteriori volte.

Questa memorizzazione di dati, però, comporta anche un potenziale rischio per la salvaguardia della privacy dell’utente che sta navigando, poiché tracceranno determinati comportamenti e dati che potrebbero essere utilizzati illegalmente da terze parti. È proprio per questa motivazione che, dal 2011, è stato imposto a diversi siti web di inserire necessariamente un avviso contente la richiesta di accettare, o meno, di navigare sapendo, consapevolmente, della raccolta dei dati mediante i cookie.

Quali siti web sono obbligati a inserire l’avviso cookie

Attraverso il Kit di Implementezazione prodotto e fornito dal Garante della Privacy su web, sarà possibile fruire di un vero e proprio manuale che si renderà esaustivo su tutti i dubbi e le informazioni inerenti gli avvisi cookie e la privacy, in generale, sui siti web: infatti, l’utilizzo dell’avviso cookie dipenderà anche dall’entità del cookie che si raccoglierà su un determinato sito.

Esistono, infatti, diverse tipologie di dati cookie, alcuni meno invasivi che non necessiteranno di dover far accettare l’avviso: i cookie possono essere di profilazione, raccogliendo i dati più sensibili degli utenti e le loro abitudini, oppure quelli tecnici, che, come suggerisce il nome stesso, raccolgono dati esclusivamente legati agli aspetti non personali, bensì tecnici della navigazione stessa (come i dati per ricaricare più velocemente gli elementi della pagina, in caso vi si acceda nuovamente).

Per esempio, si può affermare sicuramente che i siti che utilizzano solo i cookie tecnici dovranno semplicemente informare gli utenti sull’utilizzo, senza dover creare un banner apposito; non sarà altresì necessario alcun avviso laddove il sito web non raccolga cookie.

La raccolta dei cookie di profilazione, invece, necessiterà l’avviso e anche un’informativa legata a che tipo di dati di profilazione verranno raccolti, attraverso determinati paragrafi di categoria. Per tutti gli altri siti web che dovranno inserire il banner con l’avviso cookie, oltretutto, dovranno inserirlo solamente una volta, e dovrà comparire appena si accederà al sito, senza doverlo poi nuovamente richiedere una seconda volta.

I commenti sono chiusi.