Come scegliere il rivestimento camino

Il camino è un elemento d’arredo tanto antico quanto moderno, in quanto capace di combinare perfettamente funzionalità, estetica e design. Esistono differenti tipologie di camino moderno: angolare, a parte, bi/trifacciale oppure da collocare al centro della camera.

Lo stesso discorso vale anche per il rivestimento camino, grazie al quale sarà possibile aggiungere il proprio tocco personale.

Tiplogie di rivestimento camino

Al fine di venire incontro ai gusti personali e alle esigenze dei consumatori, in commercio sono disponibili numerose tipologie di rivestimento camino.
I materiali impiegati possono essere pietra, legno, marmo, okite, mattone, maiolica e acciaio.

Rivestimento camino in pietra

Il rivestimento in pietra è un chiaro richiamo alla forza e all’eleganza, che ben si adattano a tutti gli stili di arredamento. La pietra può essere sia vera che sintetica e per conferirle una personalità ancora più originale, non è raro vederla abbinata ad altri materiali come il legno e l’acciaio.

È particolarmente indicata a chi desidera regalare alla propria abitazione un aspetto caldo, accogliente e rilassante.

Rivestimento camino in legno

Il legno è un materiale evergreen, in quanto capace di donare al camino un aspetto più morbido e naturale. Inoltre, grazie alle numerose tipologie esistenti (per esempio rovere, wengè, faggio e via discorrendo), si possono creare delle combinazioni totalmente personalizzate sia in base al proprio arredamento, sia in base al budget a disposizione.

Rivestimento camino marmo

Il marmo è il materiale nobile per antonomasia, in quanto capace di conferire un aspetto elegante e austero ad ogni locale. Se il budget a disposizione è limitato, ma non si vuole rinunciare alla sua bellezza, è possibile optare per la soluzione sintetica, con la quale si otterranno degli effetti ugualmente gradevoli.

Rivestimento camino in okite

L’okite è composto da un’altissima percentuale di quarzo, nonché uno dei materiali più resistenti in natura. Visto che la sua superficie non è porosa, non richiede particolare manutenzione ed è facile da pulire.

Bisogna inoltre tenere a mente che resiste alle macchie, ai graffi, ma soprattutto non è infiammabile. Se si desidera utilizzare il proprio camino per cucinare, l’okite rappresenta la soluzione ideale.

Rivestimento camino in mattone

La caratteristiche più significative del mattone sono la capacità di resistere alle temperature più elevate e l’accumulo di calore per un lento rilascio all’interno della stanza.

Oltre ad un aspetto rustico, la scelta di un rivestimento camino in mattone aiuta a ridurre notevolmente le dispersioni termiche.

Rivestimento camino in maiolica

La maiolica si ispira chiaramente allo stile tradizionale; per questo motivo permette di creare delle composizioni adatte agli spazi più eleganti.
Essendo lavorata artigianalmente, permette di richiedere un rivestimento camino unico.

Prima di commissionare la realizzazione di un rivestimento camino, è bene prendere in considerazione la destinazione e la frequenza d’uso. Se esso serve per scopi prevalentemente decorativi, si può puntare a materiali più delicati, in caso contrario meglio scegliere qualcosa di più resistente.

Questa decisione è un autentico investimento, poiché permette di risparmiare tempo e denaro.

I commenti sono chiusi.