Chi ha inventato i container abitativi?

Uomini e donne sono sempre alla ricerca di modi originali e dinamici per realizzare delle case mobili. I classici camper sembrano ormai passati di moda per lasciare il posto ad abitazioni smart e molto più comode.

I container abitativi sono la rivoluzione in fatto di case mobili, danno la possibilità di realizzare delle vere e proprie abitazioni componibili in grado di spostarsi e assemblarsi a proprio piacimento o secondo le necessità di ognuno. Questa soluzione oltre ad essere molto comoda è anche estremamente economica e consente di avere molteplici lussi infatti di comodità e tecnologia impossibili da replicare seguendo altre soluzioni.

L’idea di realizzare dei container abitativi si deve a Jure Kotnik, che nell’ambito del progetto 2+ Weekend House, è riuscito a realizzare una case per le vacanze con due container mettendo a disposizione dei partecipanti al progetto diversi cambiamenti dotati delle massime comodità.

Il progettista era alla ricerca di una soluzione molto più innovativa rispetto al classico camper, e per questo alla competizione partecipò con questa straordinaria soluzione moderna e funzionale. L’abitazione così costruita sarebbe servita per consentire ai partecipanti di evadere alcuni giorni dalla realtà usufruendo di tutte le comodità che la casa mobile può offrire.

La realizzazione per questo progetto prevedeva diversi elementi, in primis una cucina, dove era possibile avere tutti gli elettrodomestici possibili. C’era inoltre la possibilità di ampliare l’ambiente con un salottino oppure godersi il tempo libero nel mini giardino esterno. La casa comprendeva anche la possibilità di avere a disposizione una camera da letto matrimoniale e un bagno con tutti i comfort. Sarebbe stato possibile avere anche una terrazza al di sopra del primo piano.

Container abitativi con vista mare

Tra i vari progetti per realizzare delle case container sicuramente il più interessante è quello realizzato in Cile su commissione di un cliente. Ben 80 metri quadri creati, creati con elementi componili che possono essere anche trasportati o rimodulati per creare uno spazio interno differente.

La casa mobile in questione è dotata di ben tre camere da letto, due servizi dei quali uno in camera, soggiorno, cucina con tutti i comfort e vista mare. La casa infatti è stata posizionata su una radura distante un centinaio di metri dalla spiaggia e perciò può essere utilizzata come casa per le vacanze con tutti i comfort immaginabili.

Il committente ha avuto la possibilità di scegliere gli interni a proprio piacimento e realizzare la casa dei suoi sogni da portarsi dietro in ogni suo viaggio.

Qual’è il prezzo di una casa container e come si sposta?

La realizzazione di una casa container è estremamente economica, in genere il prezzo di un container si aggira sul magliaio di euro poi bisogna aggiungere le varie richieste che possono essere fatte dal cliente.

Ovviamente degli ambienti modulari dotati di più spazi a disposizione e tantissimi servizi specifici hanno un prezzo maggiore ma sempre più basso rispetto al prezzo di un appartamento classico. Uno dei vantaggi della casa container è anche la possibilità di poterla spostare o modificare a proprio piacimento.

Da prendere in considerazione che la casa container secondo la normativa vigente italiana è una costruzione abusiva a meno che non viene dotata di ruote o dispositivi di mobilità che attestino che lo spazio non è occupato abusivamente e senza permesso. Si possono comunque richiedere dei permessi per poter abitare all’interno della casa container senza troppe difficoltà.

I commenti sono chiusi.