Davide Groppi illuminazione: la tradizione rivisitata in chiave innovativa

Scegliere come illuminare la casa può trasformarsi in un’accesa discussione: tradizione o innovazione? Sicurezza o novità?

Per risolvere l’enigma non resta che incontrarsi a metà strada e, proprio lì, ci sono le lampade di Davide Groppi Illuminazione. Dalla fine degli anni ’80 Davide Groppi tenta di prendere i classici della luce e di reinterpretarli in chiave innovativa, moderna.

Oggi vedremo assieme tre di queste rivisitazioni, tre prodotti che si adattano a qualsiasi spazio, versatili proprio per dare a tutti la possibilità di utilizzarli come si desidera. Nello specifico avremo il piacere di conoscere:

  • Neuro: una rete di neuroni e sinapsi che si estende fin dove occorre per accendere la famosa lampadina;
  • Ovo: il trionfo della semplicità e del minimalismo incarnato da ciò che di più originario c’è: un uovo;
  • Moon: per prendere il volo e viaggiare su altri pianeti solo grazie alla luce.

Tre lampade che si propongono come oggetti di design oltre che semplici luci: dietro ognuno di essi c’è un’idea, un concept che dà un significato in più alla luce. Raccontiamoli assieme.

Davide Groppi lampade: Sospensione Neuro

Il primo protagonista della giornata si chiama Neuro ed è stato pensato da Davide Groppi in collaborazione con Beppe Merlano nel 2013.

L’idea è semplice: portare la luce dove si vuole. Questa è la possibilità che è data in mano a tutti quanti. Ma come?

Le lampade Neuro rievocano la struttura del nostro cervello, in particolare dei neuroni e delle sinapsi: questi collegamenti ci permettono di pensare, di mettere insieme elementi sempre nuovi facendo accendere le idee.

Così vuole fare Neuro: una spina, un cavo, degli isolatori e via, non resta che tracciare il percorso della luce sul muro. Ognuno, in base alla conformazione del proprio spazio e all’estetica che preferisce, può costruire la propria lampada, giocando con lo zig zag del cavo.

Al termine, un portalampada e una lampadina a led, spesso montati come lampade a sospensione.

La cosa più interessante di Neuro, però, è il fatto che tutto parta da una presa elettrica. Non c’è bisogno di installazioni particolari, ma solo di una presa libera.

Neuro viene venduta da Davide Groppi in due colorazioni, bianco e nero opaco, così da poter risaltare in qualsiasi tipo di ambiente.

L’ingrediente base della luce: Ovo

Procediamo il nostro viaggio tra le lampade di Davide Groppi con Ovo, un progetto firmato da Massimiliano Alajamo e Raffaele Alajamo.

Dal 2010, Ovo illumina case e spazi italiani e non solo, forte del suo minimalismo e della sua delicatezza.

Di che cosa si tratta? Ovo non è nient’altro che una semplicissima lampada a sospensione a forma d’uovo. Può montare una luce led o alogena e crea un fascio concentrato e diffuso allo stesso tempo. Ottima per illuminare tavoli e poltrone, ma dà anche molto se installata ‘a grappoli’ in spazi più ampi.

Molti lo definiscono ‘l’ingrediente base della luce’ tanto è minimal. E infatti, Ovo punta proprio a questo: essere qualcosa di fondativo, piccolo, originario. Non si concede nessun fronzolo, cerca di essere solo ciò che è, ovvero una lampada.

Ovviamente, Ovo è disponibile solo nella versione bianco opaco. D’altronde, è uovo fino in fondo.

Davide Groppi illuminazione: i mondi lontani di Moon

Abbandoniamo per un momento la Terra e il minimalismo per incontrare Moon, una creazione dello stesso Davide Groppi del 2005.

Il sogno è chiaro: portare la Luna in casa.

Moon è una lampada circolare a sospensione realizzata con carta giapponese lavorata in modo che ricordi la superficie della Luna. Moon vuole farti viaggiare, portare qualcosa di estremamente distante estremamente vicino. Moon è perfetta per una camera da letto, ma anche per un salottino.

Di Moon esistono più versioni, che vanno dalla più piccola alla più grande. Abbiamo, nell’ordine: 60, 80, 120, 200 cm di diametro.

La luce led che si monta può tranquillamente essere sia calda che fredda, a discrezione della Luna che si vuole portare in casa.

La tradizione rivisitata, dicevamo delle lampade di Davide Groppi, e in effetti è proprio così: idee semplici, ma efficaci, messe in campo in maniera moderna, tendente al minimal, ma con forme e dettagli particolarmente curati. Soluzioni perfette per arredare.

Dalla flessibilità di Neuro all’evocatività di Moon il passo è breve ed è bello vedere come una lampada minimalista come Ovo venga, di volta in volta, utilizzata in modi nuovi, in spazi che improvvisamente, grazie alla luce, assumono tutto un nuovo significato.

Leggi anche l’articolo: Come lavorare il legno

I commenti sono chiusi.