Consigli per l’acquisto di un monopattino elettrico

Sebbene possa sembrare una specie di giocattolo, acquistare un monopattino elettrico non è una cosa da poco. Questo è dovuto innanzitutto a causa degli elevati range di prezzo in cui spaziano e soprattutto in base al tipo di uso che se ne vuole fare.

Se si acquista un monopattino elettrico per far giocare i bimbi al parco è un conto ma si si vuole avere tra le mani un mezzo di trasporto che serva come un vero e proprio mezzo di trasposto è un altro discorso. Bisognerà scegliere un prodotto sicuro, affidabile e performante. Il tutto in base al budget che ci si impone.

In questo articolo andiamo dunque a vedere quali sono i nostri consigli per l’acquisto di un monopattino elettrico.

Controlla la normativa vigente della città/regione in cui vivi

Al momento sono presenti sul mercato molti monopattini elettrici con caratteristiche tecniche e prestazioni piuttosto varie. Sebbene in Italia esista una legge generale, comuni e regioni hanno la competenza di aggiungere ulteriori regole che possono limitarne l’uso.

Prima di procedere all’acquisto, fai una breve ricerca su google per assicurarti che stai acquistando un prodotto a norma.

Rifletti bene sull’uso che ne dovrai fare.

Questo è un consiglio molto prezioso per l’acquisto di un monopattino elettrico. Sul mercato sono infatti presenti prodotti molto differenti per peso, dimensioni e autonomia. Se utilizzerai questo mezzo per andare a lavoro e percorre giusto un paio di chilometri magari potresti prenderne in considerazione uno leggero e con poca autonomia.

Se invece l’idea è quella di coprire percorsi più lunghi e magari vivi in una città con poche piste ciclabili, potrebbe essere una buona idea comprare un monopattino elettrico più robusto e con ruote più grandi.

Questo genere di decisioni graverà soprattutto sullo spazio che occupano e sul fattore peso. Se dovrai caricarlo su un autobus o sul metrò durante i tuoi spostamenti, dovrai acquistare un monopattino elettrico leggero.

Autonomia e capacità

La capacità di qualsiasi batteria si misura in Ampere. Quanti più Ampere è in grado di immagazzinare una batteria, maggiore sarà l’autonomia del monopattino. A questo bisogna aggiungere poi l’efficienza energetica del mezzo per capire qual’è l’autonomia reale.

I valori dichiarati dalle marche sono sempre abbastanza ottimisti. Questo perché vengono testati in condizioni ottime. Nella vita reale, invece, le differenze di temperatura, umidità, piccole salite, attrito con i differenti tipi di pavimentazione, fanno sì che alla fine la batteria duri sempre di meno.

In merito a questo aspetto, il consiglio d’acquisto che ci sentiamo di darti è il seguente. Fatti un’idea della distanza complessiva che dovrai coprire in un “giorno normale” e acquista un monopattino che ti dia 3-5 km di sicurezza.

Facciamo un esempio. I migliori monopattini elettrici per durata dichiarano una autonomia di circa 20 km al 60-70% della velocità massima. Se tu fra andata e ritorno, ad esempio dal lavoro, hai bisogno di percorrere 15-17 km, un monopattino del genere fa al caso tuo!

Disponibilità e ricambi

Molte volte quello che ci fa decantare per un prodotto o un altro è il fattore prezzo. Un consiglio d’acquisto per un monopattino elettrico davvero d’oro riguarda invece gli accessori.

I monopattini elettrici delle migliori marche e più venduti non sono certamente i più economici che si possano trovare in giro. Questo contro è tuttavia compensato dall’esistenza di un vastissimo mercato di gadget, accessori e sopratutto ricambi che non esiste per le marche sconosciute.

Dover cambiare una luce, aggiugere un piccolo extra come un cestino oppure cambiare la batteria risulterà molto più semplice per un prodotto, ad esempio, Xiaomi che per un prodotto senza marca che costa il 30% in meno.

Se hai ancora dubbi e non sai come muoverti nell’universo monopattini elettrici, lasciaci un commento, ti risponderemo il prima possibile.

I commenti sono chiusi.