Come arredare una Cameretta per Bambini in modo originale

Arredare una camera per bambini non è una operazione così semplice come molti potrebbero pensare. Bisogna tener in conto diversi aspetti quali funzionalità, praticità, gusti del proprio bambino e scegliere qualcosa che non stanchi e che possa appassionare il nostro piccolo per più anni per evitare di dover cambiarlo dopo poco.

In questa guida cercheremo di aiutarti nella scelta di un arredo funzionale ma bello.

Iniziamo con una piccola precisazione: la cameretta che deciderete di allestire non dovrà per forza essere nuova. Oggi su internet infatti esistono un sacco di siti in cui è possibile acquistare una cameretta di seconda mano dall’aspetto identico a una nuova ma spendendo un terzo rispetto al prezzo originale, se non meno. Il nostro consiglio è quello di prendere in considerazione questa opzione e magari di spendere più budget in favore di qualche accessorio personalizzato scelto proprio dal bambino.

I mobili

Iniziamo con i mobili che ci serviranno. Sicuramente dovrete prevedere un letto per il bambino con annesso materasso. Potete sceglierlo di dimensioni standard oppure, se ancora piccolo, di dimensioni ridotte affinchè si senta al proprio agio. Ciò vi porterà a doverlo sostituire quando crescerà. Il lettino dovrà essere affiancato da un comodino. Potete pensare già ad una scrivania per quando si farà più grande. Ovviamente avrete bisogno di una cassettiera, un armadio, una libreria e una poltroncina per sedersi e rilassarsi.

Fin qui però nulla di originale. Come facciamo a dare quel tocco di diverso? Possiamo optare per mobili personalizzabili. Di cosa si tratta? Di semplici mobili in legno che possono essere colorati in forma autonoma con vernici non pericolose alla salute a base acqua o solvente.

Avrete la possibilità di colorarli con il vostro bambino, magari facendo anche le impronte delle sue manine.

La scelta dei mobili va anche rapportata all’età di vostro figlio, alla metratura della camera a disposizione, a quanti bambini vivranno e dormiranno nella cameretta, allo stile che volete tenere e infine al budget che avete a disposizione che non va certo dimenticato.

Lo stile

Per personalizzare la camera bisogna scegliere lo stile adatto. Potete optare per un tema fiabesco o più aderente alla realtà, fare accostamenti cromatici rilassanti o giocare con le diverse superfici come legno e plastica o metallo. Insomma dovrete esprimere e tirare fuori tutta la vostra fantasia.

I giochi

Personalizzare la camera vuol dire inserire anche giochi. Una ottima idea è quella di delimitare lo spazio di gioco con un recinto per bambini. E’ utile, funzionale e anche bello. Sono realizzati in plastica e a volte sono abbinati a canestri o altalene, ovviamente di piccole dimensioni per unire utile e dilettevole con un occhio alla sicurezza. Per scoprirne di più consulta questo sito dove troverai vari modelli e tipologie di Recinti per Bambini.

Le decorazioni

Per abbellire la cameretta non possono mancare le decorazioni. L’idea più semplice è quella di mettere della carta da parati. Per evitare che la stanza diventi pesante una buona idea potrebbe essere quella di tappezzare una unica parete. Il tema della carta da parati potete sceglierlo voi in base alla fantasia che più vi piace: stilizzato, nuvole, soli, soffioni o qualche personaggio dei cartoni. Altra possibilità è quella di dipingere con pittura per lavagna creando una superficie della parete dove il bambino può disegnare a suo piacimento con il gesso e poi cancellare. Questa zona vi tornerà utile anche quando vostro figlio dovrà imparare a scrivere.

Gli accessori

Da ultimo, sebbene non essenziali, per avere una camera alla moda non potete non inserire qualche accessorio. Il primo che ci viene in mente è mettere qualche mensola da riempire con libri o giochi. Potete poi sbizzarrirvi con foto di ogni genere o con delle ghirlande luminose da riporre sopra il letto. Ottima idea è un tappeto pista delle macchinine così da invogliare il bambino a giocarci sopra.

I materiali

Da ultimo scegliete materiali resistenti e duraturi e non di troppo pregio dato che è scontato che qualche danno verrà fatto. Vuoi una semplice graffiatura o un danno più serio di certo non vorrete arrabbiarvi e disperarvi per aver rovinato del costosissimo marmo di carrara!

I commenti sono chiusi.