Attività di indicizzazione e posizionamento: l’esperto SEO deve essere chiaro

Quando si parla di attività SEO, si fa riferimento ad una serie di strategie e di azioni che possono essere svolte dal consulente ed esperto SEO e che sono volte chiaramente a rendere possibile un posizionamento in  prima pagina tra i risultati di ricerca: si fa anche per aumentare la credibilità e la visibilità di un sito web e per far sì che, chiaramente, le visite da parte degli utenti si tramutino (si chiama conversione) in guadagni.

Tuttavia, queste attività sono spesso così tante che è difficile che un semplice imprenditore abbia la capacità di capire esattamente di cosa si tratta: dovrebbe essere in qualche modo anche compito dell’esperto SEO fornire delle informazioni e quindi delle strategie possibili per comprendere appieno il suo lavoro e quindi imparare anche a riconoscerlo e valorizzarlo.

La scarsa informazione (o l’assente informazione, in molti casi) portano chiaramente ad avere anche un po’ di confusione e non pochi dubbi in merito a molti aspetti: per esempio, molte persone che si rivolgono ad un esperto SEO non sanno qual è la differenza tra l’indicizzazione ed il posizionamento e non riescono a comprendere appieno le parole del consulente quando si esprime utilizzando questi termini.

Partiamo dal presupposto che sarebbe bene che l’esperto SEO si esprimesse in maniera più semplice possibile, e che di conseguenza cercasse di utilizzare termini adatti alla comprensione da parte di chi non è esperto del settore: quando vengono utilizzati invece dei termini un po’ più professionali, sarebbe bene che l’imprenditore o l’azienda che si è rivolta al consulente vengano messi nelle condizioni di capire esattamente il significato delle terminologie usate.

Differenze tra indicizzazione e posizionamento: l’esperto SEO fa chiarezza

Un esempio è dato dai due termini (spesso molto usati) indicizzazione e posizionamento: spesso le persone tendono a pensare che questi due termini vogliano dire la stessa cosa, ma in realtà non è affatto così ed è importante che l’imprenditore venga messo nelle condizioni di capirlo. Questo renderà facile anche la sua comprensione in merito ai tempi che ci vogliono per far sì che avvengano sia l’indicizzazione che il posizionamento, e rende tutto molto più facile anche dal punto di vista della valorizzazione del suo lavoro.

Quindi, nel momento in cui parliamo di indicizzazione, intendiamo quell’insieme di attività ed operazioni  che possono essere svolte per far sì che un dato sito web vada inserito all’interno dell’archivio di Google: è quindi una sorta di presentazione del sito Internet a Google, che quindi ha modo di sapere che il sito esiste e di riconoscerlo come tale. Questo insieme di attività è molto importante perché deve considerato un po’ come punto di partenza; per l’indicizzazione di un sito web occorre all’incirca una settimana.

Al contrario, il posizionamento è qualcosa che si ottiene in seguito a tecniche, strategie e metodi che vengono messi in atto da parte dell’esperto SEO per aumentare la posizione tra i risultati di ricerca della SERP: attraverso delle specifiche attività di ottimizzazione dei contenuti e della parte tecnica del sito, ed anche per mezzo della risoluzione di errori eventualmente presenti, si ottiene una posizione tra i risultati di ricerca all’interno della SERP. Trovi qui più approfondimenti su quello che un esperto SEO deve effettuare. Più è elevata la posizione (e chiaramente parliamo di prima pagina), più è facile che quel sito abbia un riscontro notevole sia in fatto di visibilità che di guadagni: è chiaro, però, che essere indicizzati è la conditio sine qua non per essere posizionati più in alto possibile.

Inoltre, è necessario anche tenere presenti alcuni punti, come ad esempio la necessità che il lavoro per l’indicizzazione ed il posizionamento venga fatto tenendo in considerazione i fattori che possono notevolmente incidere sulla posizione e, quindi, far raggiungere un successo più o meno importante al sito web.

I commenti sono chiusi.