730 precompilato: come compilarlo in maniera autonoma

La compilazione dei redditi ogni anno ci mette dinanzi ad un impegno oltre che noioso quanto meno sgradevole. A quanti di voi infatti piace autodenunciare i propri introiti per vedere volatilizzare parte del proprio guadagno in tasse che per giunta vengono mal spese dai nostri politici?

Purtroppo oltre che un dovere morale è per lo più una necessità dettata dalla nostra legislazione che speriamo allevi quanto prima il peso di una mole di tasse che in alcuni dei casi sono insostenibili.

Per assolvere al proprio dovere di contribuente e cittadino italiano molti dipendenti compilano il famigerato modello 730, ma cos’è e come possiamo evitare di recarci presso uno dei CAF o dei tanti commercialisti abilitati per affidargli la compilazione della nostra dichiarazione dei redditi? Perché far conoscere ad uno estraneo, seppur professionista, la nostra situazione reddituale? Come è possibile procedere alla compilazione autonoma della propria dichiarazione dei redditi?

Basta seguire delle semplici indicazioni, di seguito riportate, e sarete giudati nella compilazione autonoma della dichiarazione dei redditi. Pronti, via.

730 precompilato cos’è

Lo Stato Italiano da qualche anno offre la possibilità ai propri contribuenti di eseguire la compilazione autonoma della propria dichiarazione dei redditi tramite il modello 730 mediante una piattaforma on-line predisposta dall’Agenzia delle Entrate al fine di agevolare e semplificare, oltre che automatizzare i controlli, per tutti i contribuenti che abbiano a disposizione un collegamento internet.

Basta essere in possesso delle credenziali necessarie per accedere al sito dell’Agenzia delle Entrate oppure tramite lo SPID (Sistema di Identità Pubblica Digitale) che vi permette di accedere agli innumerevoli servizi on-line messi a disposizione dalle amministrazioni pubbliche locali e nazionali mediante un’unica utenza che vi garantisce, dopo esserne entrati in possesso mediante un meccanismo un po’ contorto ma abbastanza sicuro, di poter richiedere da casa o mediante smartphone un ventaglio di servizi che prima si dovevano sbrigare solo fisicamente.

La procedura, descritta su diversi siti, può essere chiusa tramite la richiesta presso Poste Italiane o altri operatori delegati all’emissione di tale utenza, al fine di ottenere la vostra carta d’identità digitale che vi consente di essere riconosciuti dalle amministrazioni pubbliche.

730: auto compilazione

Da qualche anno la tracciabilità elettronica consente di elaborare una serie di dati che ci riguardano che eseguono una scansione e registrazione dei nostri movimenti fiscali e patrimoniali. Infatti pagando mediante i cossi detti pagamenti “tracciabili” tutto ciò che eseguiamo viene registrato nel nostro database presente sul sito dell’Agenzia delle Entrate ed è possibile ritrovarlo automaticamente all’interno della dichiarazione dei redditi.

Così come spiegato dai tanti siti in materia che offrono delle guide passo-passo, tra i quali annoveriamo www.730precompilato.it che offre un ventaglio di informazioni ampio ed approfondito sia in tale ambito ma anche su come procedere nell’auto-compilazione dell’ISEE, tale procedura, per i meno esperti può richiedere pochi minuti del proprio tempo e portare a risultati insperati fino a poco tempo fa garantendo la compilazione/presentazione autonoma della propria dichiarazione dei redditi.

E’ importante sapere che si può procedere anche alla modifica della dichiarazione proposta dall’Agenzia a causa di operazioni presenti non del tutto corrette o mancanti, ma si può affermare che oltre il 90% delle dichiarazioni contengono tutti i nostri dati oltre che le spese da portare in detrazione/deduzioni. Già anche questi dati sono presenti se e soltanto se avete eseguito i pagamenti relativi a queste spese mediante pagamenti tracciabili (ad esempio le spese sanitarie, ecc…)

Per procedere alla compilazione basta entrare nel sito dell’Agenzia delle Entrate al seguente indirizzo www.agenziadelleentrate.it ed inserire nell’apposito form la vostra user e password.

730 istruzioni passo-passo per l’autocompilazione

L’agenzia, per agevolare la compilazione agli utenti in possesso di un minimo di conoscenze informatiche, ha predisposto una mini guida molto chiara e di facile lettura che vi può guidare nella compilazione assicurandovi di non incappare in errori che ahimè possono costarvi caro.

La guida, presente sul sito, vi consentirà, dopo una veloce lettura, di procedere speditamente ed autonomamente nella compilazione degli eventuali dati mancanti o, scelta consigliata, di procedere nell’avallo e quindi nella successiva presentazione della domanda della compilazione dei redditi autonomamente.

Tale scelta evita eventuali controlli incrociati da parte dell’ente in quanto i dati che avallerete, essendo stati inseriti direttamente da loro, non necessitano naturalmente di essere sottoposti ad un nuovo controllo.

Inoltre, vi consigliamo di raggiungere il sito sopra riportato all’interno del quale sono riportati una serie di articoli contenenti informazioni e suggerimenti in merito alle detrazioni/deduzioni di cui potete usufruire per “risparmiare” sulle tasse che siamo costretti a versare o quanto meno recuperare in parte delle spese che lo Stato ci consente di defalcare grazie a degli sgravi in materia. Per giunta trovate diverse informazioni inerenti i vari bonus in vigore che lo Stato ha messo a disposizione e tutte le indicazioni per usufruirne oltre che le varie condizioni al contorno sulle modalità per ottenerli.

Insomma basta un po’ di buona volontà, poco tempo a disposizione e tanta voglia di cimentarsi… d’altronde non può che migliorare la pratica nell’uso dei supporti digitali e dopo un primo periodo di difficoltà troverete vantaggi sempre più evidenti risparmiando del prezioso tempo non dovendovi recare personalmente presso i vari uffici per procedere alla presentazione della domanda.

I commenti sono chiusi.