26/09/2022
Qual è il protocollo per la riabilitazione con protesi al ginocchio

Qual è il protocollo per la riabilitazione con protesi al ginocchio

Applicare una protesi al ginocchio consiste in un intervento particolarmente complesso, delicato e importante. Una volta portato al termine si devono effettuare svariati esercizi volti a ripristinare il corretto movimento della gamba dove è situata la protesi al ginocchio. Normalmente per consentire una completa guarigione, recupero pieno delle funzioni fisiche, muscolari e mobilitative si ha il bisogno di circa 6 settimane.
Tale intervento viene effettuato appositamente al fine di rendere la mobilità articolare ancor più ottimale, ripristinando completamente la sua funzionalità. Inoltre tali tempi di recupero, solitamente 6 settimane, possono variare a seconda di svariati fattori, tra cui soprattutto la condizione dell’organismo e l’età del paziente.
Una volta completato l’intervento già a partire dalla sede dell’ospedale si da inizio a un protocollo specifico e standardizzato, volto a prevenire delle complicanze ed evitare di sentire tanto dolore.
Tale protocollo comporta anche una immobilizzazione forzata, la quale almeno per i primi giorni risulta estremamente necessaria in modo da lasciare che la ferita riemargini.

Protocollo in seguito all’intervento e a casa

Una volta superato questo periodo sarà possibile cercare di recuperare la forza muscolare, la mobilità e la funzionalità della gamba. Si acquisiranno nuovamente le abilità che prima si avevano in maniera graduale e con tempistiche differenti da paziente a paziente.
Al fine di camminare agli inizi saranno indispensabili le stampelle, le quali dovranno essere utilizzate per un tempo variabile a seconda del paziente.
Una volta terminata la parte del protocollo volto alla riabilitazione con protesi al ginocchio è possibile ritornare a casa, dove si devono avere dei comportamenti standardizzati volti a migliorare le proprie condizioni, e in particolare a recuperare la forza e mobilità dei muscoli.
Solitamente già dopo tre o quattro settimane dall’intervento si riesce a camminare senza l’ausilio delle stampelle.
Già dal seguito dell’intervento è importante utilizzare degli antidolorifici finalizzati a evitare che il dolore all’articolazione sia troppo eccessivo. Il trattamento dei farmaci può andare dalle 6 alle 8 settimane. Vuoi saperne di più sulla riabilitazione per protesi al ginocchio con fisioterapia specifica? Leggi l’articolo dedicato sul sito di Villa Regina su protesi ginocchio riabilitazione: https://www.reginaarco.it/protesi-ginocchio-riabilitazione-fisioterapia-specifica/.

Fisioterapia in seguito all’intervento e recupero

Dalle prime 2 o 3 settimane già la ferita data dall’intervento e dall’inserimento della protesi risulterà completamente riemarginata e sarà necessario effettuare della fisioterapia per riacquistare pienamente la mobilità e forza fisica.
Sono proposti durante la terapia differenti tipi di esercizi volti a garantire piena acquisizione delle capacità fisiche. Mentre nei primi periodi tali movimenti sono alquanto semplici, come ad esempio alzarsi da seduti o da letto, più avanti si faranno delle operazioni più complicate come sedersi in auto o scendere e salire le scale.
Solitamente la riabilitazione ha già inizio a partire dall’ospedale per poi proseguire anche a casa, dove è fondamentale mantenere la medesima attenzione e costanza in ogni esercizio e movimento fisico effettuato.
Tali esercizi e la fisioterapia sono fondamentali al fine di riacquisire tutte le abilità precedentemente perse in maniera parziale o totale, così da abituarsi anche alla protesi e riacquisire il tono muscolare perso.
Nel corso di 6 settimane normalmente il paziente riesce a recuperare tutte le forze muscolari e mobilità, così da poter riprendere in completa tranquillità la sua routine quotidiana senza che debba utilizzare le stampelle.