Cos’è e come funziona una dieta personalizzata

Quante volte vi capita di sentire persone che “si passano” la dieta?

La sequenza è sempre la stessa:

  1. u amico/a va dal nutrizionista
  2. esce con un bel fascicolo pieno di menù giornalieri
  3. lo/a rivediamo dopo un po’ di tempo di nuovo in forma
  4. automaticamente pensiamo che basta accedere al suo “fascicolo magico” per tornare in forma anche noi!
  5. le chiediamo una copia della dieta e cominciamo a darci dentro.

Perché la mia dieta non è la “tua” dieta?

Molte volte questo meccanismo sembra funzionare, generalmente perché con delle “regoline” scritte ci prendiamo un impegno, abbiamo anche il confronto stimolante con chi ce l’ha passata. Ma di base si tratta comunque di un contenimento di calorie protratto per alcune settimane.

Persone che presentano uno stato di partenza simile potrebbero raggiungere gli stessi risultati.

Ma questo purtroppo non possiamo saperlo all’inizio e se accadesse dura solo per un breve periodo!

Poi l’amico/a continuerà nel suo miglioramento fisico e noi ci areneremo in una nuova sconfitta contro le diete di turno.

Ci sono alcuni aspetti fisiologici e altri organizzativi che determinano questo fallimento, vediamoli nel dettaglio in questo articolo offerto dal blog Vitamina News specializzato in alimentazione naturale, dimagrimento e integratori.

Caratteristiche fisiche personali

Siamo tutti diversi. E non parliamo solo dell’aspetto esteriore.

Il nostro corpo si compone di percentuali di massa magra, massa grassa, acqua. Due persone fisicamente simili possono facilmente partire da “condizioni interne” diverse e perciò avere obiettivi diversi.

Dove una persona ha del grasso in eccesso da eliminare, un’altra potrebbe avere piuttosto della ritenzione idrica, ma in entrambi i casi sulla bilancia possiamo essere ingannati leggendo lo stesso peso.

Oltre alle percentuali appena descritte, c’è tutto un mondo dietro alle caratteristiche metaboliche di un individuo. A partire dai semplici esami del sangue fino ad arrivare magari alla presenza di una patologia particolare, due persone possono rispondere in maniera diversa ad un regime nutrizionale.

L’individuo seguito dal nutrizionista avrà tutti i parametri sotto controllo, se dovrà eliminare del grasso in eccesso può star tranquillo che il professionista lo monitorerà nel tempo affinché non venga eliminata massa magra piuttosto.

Questo vuol dire che nei diversi incontri programmati con il professionista, questo sistemerà il “fascicolo” aggiornandolo secondo i dati raccolti dalle risposte dell’individuo alla dieta seguita finora.

Aspetti organizzativi

Una persona seguita da un professionista potrà comunicare le proprie preferenze sulla dieta, sciogliere dubbi e ricevere un programma personalizzato che assecondi le proprie abitudini, i gusti, i tempi dettati dalla propria giornata.

Da quest’analisi ciò che ne uscirà non sarà solo un pacchetto di menù giornalieri, certamente scelti in accordo con il paziente. Già per questo diversi da quelli che possono essere i gusti dell’eventuale amico/a a cui sarà passata la dieta).

Se ad esempio non si ama far colazione, il professionista distribuisce di conseguenza i nutrienti che ci spettano negli altri pasti. Un amico che desideri prendere spunto dal fascicolo si troverebbe impreparato senza il menù dedicato alla colazione, molto vicino a commettere errori scegliendo di testa propria.

Inoltre, una persona che ha ricevuto un programma su misura e una consulenza personalizzata, avrà imparato come comportarsi in caso di cene o occasioni sociali, spuntini fuori casa, cerimonie a cui non si può rinunciare.

Insomma, tutto ciò che non è scritto sul fascicolo ma comunicato a voce negli incontri con il professionista, è proprio il tassello in più che fa la differenza.

Il paziente potrà tornare in forma correttamente, saprà mantenere il suo stato di salute nel tempo. Chi invece cerca spunti dal fascicolo altrui, si troverà ad improvvisare, non raggiungerà la forma fisica sperata, o non riuscirà a mantenerla, sprecando altre energie e salute.

Mettiamo che due persone partano dalle stesse caratteristiche fisiche e stessa composizione corporea. Magari hanno anche stesse abitudini e stessi gusti. Non avranno sicuramente assegnata la stessa dieta se seguiranno la dieta personalizzata perché il loro corpo è differente.

I commenti sono chiusi.