Come installare un’amaca da giardino

Cosa c’è di meglio di rilassarsi su un’amaca in giardino? Poco o nulla. Specialmente nelle fresche serate estive. Chi ha uno spazio esterno a disposizione, come un giardino, spesso non si rende conto della fortuna che ha. E così, spesso si finisce per non vivere adeguatamente uno spazio che potrebbe essere sfruttato al meglio.

Ed uno dei modi per poterlo fare è sicuramente quello di istallare un’amaca. Per posizionare un’amaca in giardino si deve tener conto di una serie di informazioni e fattori essenziali. Per esempio, la posizione precisa in cui dovrà essere collocata, nonché il materiale e la struttura che la caratterizzano. I supporti devono essere realizzati in una certa maniera per garantirne la solidità e la stabilità e il tessuto altrettanto.

Ma vediamo nel dettaglio.

Amaca in giardino: differenze di modelli

Prima di poter capire effettivamente come poter montare un’amaca in giardino, dobbiamo tener conto dei modelli differenti in commercio. Per esempio, troviamo le amache da giardino senza bastone. Queste sono molto comode da istallare, poiché basterà agganciare direttamente l’asse a due supporti e posizionarli ad una distanza adeguata in maniera tale da consentire la curvatura necessaria.

Generalmente, la disposizione miglior prevede che i ganci siano posti ad una distanza che va dai 3,5 metri fino a massimo 5 metri. Questo dipende dalle esigenze, dagli spazi e soprattutto dalla lunghezza della corda di sostegno. Anche tra i modelli senza bastone esistono differenti tipi di supporto. In alcuni casi possiamo usare dei pilastri per esempio.

Ma possiamo optare anche per un’amaca da giardino con bastone. Alcuni modelli, infatti, possono essere montati utilizzando un supporto, appunto un bastone, che permette di evitare di utilizzare pilastri o alberi. Sicuramente si tratta di modelli molto facili da istallare e che necessitano di un solo punto di aggancio. Allo stesso tempo, la curva dell’amaca è facilissima da determinare.

Infine, possiamo optare per delle amache con supporto: questo può essere in legno o in metallo. Quelli in legno sono curvi e ancorati a due elementi d’appoggio, che presentano all’estremità i due capi dell’amaca. Quelli in metallo, invece, sono caratterizzati da una intelaiatura tubolare, che può essere doppia o singola.

A prescindere dal tipo di supporto si può optare per il montaggio su soffitti, pareti, alberi o pilastri.

Importanza dell’altezza

Quando montiamo un’amaca in giardino dobbiamo considerare in maniera precisa ed oculata la giusta altezza. Può essere utile misurare l’altezza a cui vogliamo riferirci, prima del montaggio: se non consideriamo quest’aspetto precedentemente non riusciremo a salirci con comodità. Si deve trovare una giusta proporzione tra altezza e lunghezza: tra pavimento e amaca dovrebbero distare sempre almeno 30-40 cm.

Amaca da giardino: dove piazzarla

Senza dubbio, l’istallazione dell’amaca da giardino dovrà considerare il supporto su cui va istallata. Per esempio, si può optare per il calcestruzzo: questo materiale, che può essere usato per il soffitto per esempio, può essere molto utile poiché permette una libera scelta, visto che in qualsiasi punto sostiene lo stesso carico. Si può usare un tassello di nylon o una piastra per l’ancoraggio.

L’ancoraggio può avvenire anche sulle travi di legno. Queste, ovviamente, non devono essere marce o danneggiate in alcun modo, altrimenti si rischierebbe grosso. Altrettanto dev’essere chiaro che non si può pensare di istallare l’amaca alle travi di un soffitto, ma solo a quelle portanti. Per il montaggio si possono usare delle viti per il legno.

Anche sui mattoni l’istallazione può tranquillamente essere realizzata, ma l’ancoraggio in tal caso è fondamentale. È essenziale che possa supportare dei carichi molto elevati: alcuni consigliano di utilizzare una resina ad iniezione.

 A prescindere da ciò, va detto che è assolutamente sconsigliato fissare l’amaca su pannelli di cartongesso, poiché non riesce a mantenere il giusto carico.

I commenti sono chiusi.