Vetrine natalizie: come addobbare le vetrine di Natale

Saper addobbare in maniera originale le vetrine natalizie apporta numerosi benefici al proprietario di un negozio. Più alto infatti sarà l’impatto emotivo sul cliente in occasione del suo passaggio di fronte alle vetrine di Natale, maggiori saranno le possibilità che entri all’interno del negozio.

Di conseguenza, più persone entreranno nel locale migliori saranno le opportunità di guadagno sotto le festività natalizie, da sempre considerate dai commercianti come un ottimo periodo per i propri guadagni. A seguire alcuni consigli pratici su come addobbare le vetrine di Natale.

Allestire le vetrine natalizie: i primi passi

Prima di allestire le vetrine natalizie è importante avere le idee chiare su quale sia il risultato che si desidera ottenere con le decorazioni. Esistono infatti diverse tipologie di vetrine. Ci sono ad esempio quelle altamente scenografiche, che puntano molto sull’impatto estetico.

Ci sono però anche le vetrine più sobrie, dove al centro vengono messi gli articoli in vendita senza per questo rinunciare all’aspetto decorativo. Come ci si deve comportare? È meglio optare per la prima soluzione oppure è preferibile scegliere la seconda strada? Per rispondere a questa domanda è fondamentale conoscere la propria clientela. Così come esistono diverse tipologie di vetrine, allo stesso modo si può affermare che esistono clienti con caratteri differenti.

I diversi tipi di clienti

A grandi linee, i clienti possono essere suddivisi in quattro categorie: il cliente logico, il cliente impulsivo, il cliente determinato e il cliente personalista. Il primo è un utente meticoloso, le cui azioni sono mosse da un’elevata razionalità.

Prima di compiere un acquisto si informa su ogni caratteristica del prodotto. Per questo motivo, la vetrina ideale in questo caso sarebbe quella con poche decorazioni e un focus mirato sulla merce. C’è poi il cliente impulsivo, che prende decisioni in pochi secondi. È fondamentale riuscire a conquistarlo subito sul piano emozionale.

Per tramutare una persona impulsiva in cliente la soluzione migliore è una vetrina natalizia di forte impatto estetico. Il cliente personalista è socievole, ama il dialogo e conoscere le opinioni degli altri. In questo caso sarebbe utile inserire all’interno della vetrina alcuni elementi che permettano a questa tipologia di clienti di associare la vetrina a una community coinvolgente sui social. Infine il cliente determinato può essere associato in qualche modo al cliente impulsivo: entrambi sono molto istintivi. Per conquistarlo il consiglio è di mettere in evidenza gli eventuali sconti applicati agli articoli in vetrina.

Consigli pratici per l’allestimento delle vetrine di Natale

Le migliori vetrine natalizie sono quelle che adottano un unico tema natalizio e riescono a svilupparlo nello spazio che hanno a disposizione. Un altro consiglio è di non esagerare con gli addobbi: si corre infatti il rischio di confondere i passanti, che anziché fermarsi a vedere la vetrina proseguirebbero la loro passeggiata lungo il corso. In merito a ciò, l’ideale sarebbe aggiungere dalle due alle tre decorazioni, non di più.

Un aspetto fondamentale nell’allestimento delle vetrine di Natale è la scelta dell’illuminazione. Il compito principale delle luci è di catturare l’attenzione dei potenziali clienti, mettendo allo stesso tempo in risalto i prodotti su cui si punta maggiormente.

Chi ha risorse a sufficienza da investire sulle vetrine può inoltre ingaggiare il vetrinista, una figura specializzata che penserà personalmente alle decorazioni restituendo in poche ore un’atmosfera magica agli occhi dei passanti.

I commenti sono chiusi.