Ferro da stiro: storia e tipologie presenti in commercio

Il ferro da stiro

Il ferro da stiro è un elettrodomestico utilizzato nel quotidiano e permette di eliminare con molta facilità le pieghe dei capi d’abbigliamento in pochi minuti e soprattutto senza troppa fatica. Il mercato dispone ad oggi di tantissimi modelli di ferro da stiro tutti differenti tra loro, ognuno difatti si differenzia per caratteristiche proprie.
Il principale fattore da valutare in fase di acquisto, se lo spazio a disposizione all’interno dell’abitazione è ridotto, è optare per un ferro da stiro dal minimo ingombro, diversamente in una famiglia numerosa, la scelta di un ferro da stiro con caldaia separata può essere un valido aiuto.
Ma vediamo la storia di questo elettrodomestico e le sue tipologie.

La storia del miglior ferro da stiro

I migliori ferri da stiro hanno una storia abbastanza antica, difatti risalgono all’epoca della dinastia Han, vissuta in Cina tra il 206 a.C. e il 221 d.C.
I primi modelli di ferro da stiro erano realizzati da un recipiente in bronzo, all’interno del quale venivano poste delle braci, esse avevano il compito di riscaldare la piastra con la quale si doveva stirare i panni.
Generalmente erano muniti di un manico in legno, ma c’erano anche alcuni ferri da stiro con il manico in avorio, e tendenzialmente erano destinati alle famiglie più ricche.
Nel XIX secolo i ferri da stiro ebbero alcune modifiche per quanto riguarda la forma, difatti la resero più funzionale e adatta a stirare diverse tipologie di capi di materiale diverso.
Nel 1737, Isaac Wilkinson ricreò un modello di ferro da stiro molto più pratico e funzionale, la forma assomigliava a quella dei ferri da stiro moderni che tutti possediamo nelle nostre abitazioni.
Una evoluzione successiva avvenne nel 1891, quando venne realizzato il primo ferro da stiro con piastra riscaldata elettronicamente.
Solo nel 1926 comparve il ferro da stiro a vapore, che ha aiutato a rendere la stiratura dei capi molto più sicura ed efficace. Da li l’evoluzione dei ferri da stiro è continuata fino ai giorni nostri, avviando modelli sempre più complessi, e realizzati per soddisfare diverse categorie, dalle semplici lavanderie fino ad all’uso casalingo.

Tipologie di ferro da stiro

•Ferri da stiro a vapore senza caldaia: essi sono i più utilizzati, spesso scelti dai single o da chi non lo utilizza molto. Hanno serbatoi contenuti che consentono di stirare tanti panni, anche se in quantità limitata. Inoltre sono leggeri e maneggevoli e possiedono un serbatoio dell’acqua all’interno del corpo centrale, che assicura però un’autonomia limitata.

•Ferri da stiro con caldaia: assicurano un buon livello di autonomia e sono perfetti per le famiglie, dato che offrono la possibilità di stirare molti vestiti con una buona autonomia, senza preoccuparsi di riempire continuamente il serbatoio. Generalmente sono formati dal ferro da stiro e da un serbatoio dell’acqua separato, al quale sono collegati attraverso un tubo isolato, inoltre il serbatoio poi distribuisce il vapore dopo aver scaldato l’acqua.
L’unica differenza rispetto a quelli al vapore è la dimensione e la maneggevolezza, difatti si presentano più pesanti e ingombranti.

•Ferri da stiro da viaggio: hanno tendenzialmente dimensioni contenute e sono realizzati appositamente per chi svolge spostamenti continui e possono essere trasportati facilmente in valigia, grazie al manico ripiegabile. Il serbatoio è limitato e necessita di essere riempito in continuazione. Sono ideali per chi viaggia, e non deve portare con se dunque molti vestiti.

•Ferri da stiro professionali: essi sono particolari ferri da stiro utilizzati nelle tintorie. Sono collegati ad una caldaia separata, in modo da far funzionare lo strumento tutto il giorno. Inoltre hanno il vantaggio di essere realizzati e progettati con materiali di alta qualità.

•Ferri da stiro senza filo: essi sono indicati per chi ha poco spazio in casa, difatti permettono una buona mobilità. Inoltre hanno le stesse caratteristiche dei ferri da stiro a vapore, ma con il vantaggio che non devono essere collegati alla corrente.

•Ferri da stiro verticali: essi rappresentano davvero una novità nel campo dei ferri da stiro, hanno inoltre un metodo pratico e veloce per poter stirare in maniera più efficace.

I commenti sono chiusi.