26/09/2022
Come usare il sole per scaldare l'acqua per la casa

Come usare il sole per scaldare l’acqua per la casa

Cos’è uno scaldacqua solare? Si tratta di un dispositivo che si compone di più elementi, due dei quali sono i collettori solari termici fotovoltaici e un serbatoio di accumulo.

I pannelli o tubi , chiamati anche collettori solari, hanno il compito di catturare l’energia del sole per trasformarla in calore.

Trasmettono questo calore al tubo del circuito idraulico che è riempito con acqua o liquido di trasferimento del calore. Una doccia solare estiva, che si usa in barca o nel giardino di casa, funziona alla stessa maniera.

Il liquido, acqua, viene quindi riscaldato, e circola nell’impianto tramite una pompa oppure arriva ai rubinetti per caduta.

Il liquido caldo entra nello scambiatore di calore che si avvolge all’interno dello scambiatore di calore e trasmette il suo calore all’acqua che poi sale di temperatura.

Quando il liquido termovettore si raffredda, riparte per un altro percorso, verso i pannelli, per tornare in temperatura.

Questo ciclo viene ripetuto in modo che l’acqua rimanga sempre calda.

Certo, il sistema smette di funzionare di notte, ma il serbatoio è ancora progettato per mantenere l’acqua a una certa temperatura per diverse ore tramite una resistenza elettrica che si attiva ad una determinata temperatura.

Un regolatore inoltre arresta il dispositivo quando l’acqua nel serbatoio è molto calda, in particolare su uno scaldabagno con pompa elettrica.

Quando si utilizza l’acqua calda, il serbatoio si riempie quindi di acqua fredda e il sistema si avvia automaticamente per riscaldare l’acqua appena arrivata.

È un sistema che può essere principale o di back-up, ma richiederà sempre la presenza di un secondo sistema di back-up, per sopperire alla mancanza di sole, soprattutto nel periodo invernale.

Questa operazione di conversione viene eseguita da un dispositivo di riscaldamento appositamente progettato: lo scaldacqua solare. Si tratta di un kit composto da un pannello solare termico, che cattura l’energia solare, e da un serbatoio di acqua calda (da 200 a 350 litri) che immagazzina l’acqua calda prodotta. Lo scaldacqua solare individuale è quello che viene utilizzato per gli usi personali di una singola famiglia. In effetti, ci sono anche i cosiddetti scaldacqua solari collettivi . Questi ultimi producono piuttosto acqua calda in quantità maggiore per i condomini, ad esempio.

Le prestazioni dello scaldacqua solare dipendono da una serie di fattori altrettanto importanti. In questo caso l’installazione del pannello termico deve rispettare specifiche regole di orientamento e inclinazione. Queste regole di orientamento e inclinazione variano da una regione all’altra e da una stagione all’altra.

Da un lato, per i paesi situati nell’emisfero settentrionale come l ‘Italia, i pannelli devono essere orientati a sud. D’altra parte, l’inclinazione di questi pannelli deve essere compresa tra 20 ° e 60 °. È soprattutto durante l’estate, quando il sole è allo zenit, che l’inclinazione deve essere abbassata a 20 °. Questo per evitare che lo scaldabagno produca una produzione eccessiva di acqua calda a causa della potenza del sole. Inoltre, il nostro fabbisogno di acqua calda sanitaria è inferiore in estate. Pertanto, durante l’inverno, al contrario, dobbiamo inclinare fortemente (60 °) il pannello se vogliamo ottenere la massima quantità di energia solare per riscaldare l’acqua calda sanitaria. In effetti, il sole è basso rispetto all’orizzonte durante l’inverno. In primavera l’angolo ottimale è di 45 ° per avere una normale produzione di energia termica con scaldacqua solari.

La dimensione del pannello solare è importante quanto il suo orientamento e inclinazione. I pannelli solari di dimensioni maggiori producono molta più energia rispetto a quelli di dimensioni più piccole.

In primo luogo, se tutti vogliamo semplicemente avere uno scaldacqua solare, dobbiamo fornire un pannello solare termico con una superficie da 2 m2 a 5 m2 e un serbatoio da 200 litri a 300 litri.

Quindi, nel caso in cui si desideri combinare scaldacqua solare e riscaldamento centralizzato, è necessario un pannello da 10 m2 a 20 m2.